Speciale Comunali 2014 Annone Veneto Cinto Caomaggiore Concordia Sagittaria Fossalta di Portogruaro Gruaro Teglio Veneto

Articoli in archivio

indietro invia ad un amico stampa condividi su facebook

19/05/2017 - Primo piano e Cronaca

UNA LETTERA APERTA A LUCA ZAIA DAL CIRCOLO PD PORTOGRUARO !

Punto nascite: Chissą se il Governatore del Veneto intenderą rispondere...

19 Maggio 2017


Partito Democratico - Circolo Portogruaro

Lettera  aperta al Governatore Zaia

CARO GOVERNATORE,

Ci permetta  di raccontarLe  LA STORIA DI UN PUNTO NASCITE

 NON  ANCORA RINATO.......QUELLO DI PORTOGRUARO.

 Lei la storia la conosce bene, ma assieme a Lei vogliamo ricordarla anche ai cittadini.

  Due anni fa il punto nascite di Portogruaro chiudeva  per mancanza di personale.

  Nel giro di qualche mese iniziavano le prime proteste dei Comitati. Chiedevano, all'Ulss e alla Regione, la riapertura del reparto ostetricia-ginecologia insieme con la riapertura del reparto di pediatria.

  Nel frattempo numerosi sono stati i disservizi e disagi per le mamme e per le famiglie, tra cui un  parto in ambulanza, trasferimenti urgenti in altri ospedali, la scelta obbligata per le mamme di partorire in altri ospedali, mancanza di turni notturni pediatrici ecc.

  Il Direttore Generale dell'Ulss Bramezza ed il Sindaco di Portogruaro, rassicuravano e più volte motivavano il ritardo: purtroppo non si trova personale medico, il punto nascite può aprire solo in sicurezza. Da allora per il punto nascite sono state ipotizzate diverse date di apertura,  

  TUTTE DISATTESE.  

   A fronte delle continue proteste Lei - Governatore Zaia –

ha spiazzato tutti ed ha deciso che il  punto nascite  di Portogruaro

aprirà a fine maggio, poco importa come, aprirà   comunque.

 

Poteva essere una cosa buona ma.........

    

 Il primario dott. Vincenzo Cara, assunto alcuni mesi fa per preparare ed organizzare il nuovo punto nascite, non ci sta.

   Il 16.5. 2017 rassegna le dimissioni “per  senso di responsabilità e nella convinzione di non poter aprire il reparto per mancanza degli standard di sicurezza minimi delle  gestanti,  dei nascituri e del personale medico previsti dal livello di classificazione regionale (classe 3). 

  Il Direttore Generale dell’ULSS dott. Bramezza- nella conferenza stampa del 17.5.2017 dichiara  che  il punto nascite aprirà, comunque, ma declassato (classe 2) e con la direzione del primario Di Lazzaro del   reparto  ostetricia e ginecologia di San Donà di Piave e non si ferma lì, definendo il Dott. Vincenzo CARA una sorta di ‘’Schettino’’ e preannunciando azioni  legali.

   La Giunta Comunale di Portogruaro esce con un  comunicato di  sola e piena SODDISFAZIONE per riapertura, ignorando le morivazioni preoccupanti delle dimissioni del dott. Cara e le ingiurie fatte allo stesso.

 Il dott. Cara nel comunicato del 18.5.2017 precisa invece che  : ...

per avere  un reparto   funzionante   occorre avere 9 medici, 15 ostetriche e la sala operatoria nel blocco parto, cose che mi avevano  promesso...” ...” La decisione di aprire il punto nascite con 5 medici e sospendendo completamente ogni attività chirurgica programmata compresi i cesarei, mi è stata comunicata senza che fosse chiesto il mio parere..” alla fine ho deciso che non potevo accettare...”.

  Caro Governatore sorgono spontanee delle domande, a cui siamo sicuri Lei vorrà risponderci:  

1) le difficoltà nella ricerca di  personale, che impedivano l'apertura del punto nascite, come sono state  improvvisamente e così velocemente superate ?

2) perché declassare il punto nascite di Portogruaro se le previsioni, a  suo tempo verificate, anche a seguito della chiusura del punto nascite di Latisana, facevano ipotizzare, fino a poco tempo, caratteristiche diverse?

  3) Su questo e su altri temi sanitari sono stati avviati dei rapporti di  collaborazione  con la Regione Friuli Venezia Giulia?

  4) un professionista apprezzato e ritenuto scelta portante e decisiva per la riapertura del reparto, come mai  improvvisamente viene definito uno "Schettino"? Non le pare che queste immotivate ingiurie siano gravi e da Lei siano doverosamente da censurare?

5) se il dott. Cara  è uno Schettino qual'è la barca che fa acqua ? 

6) alle precise indicazioni riguardanti i fabbisogni di personale per un reparto funzionante, come indicate dal dott. Cara, come si intende rispondere?

 

Caro Governatore ci permetta infine di dirle che in questo territorio ci sono

 

Troppe incoerenze e forse troppe ingerenze

 

 Saremo contenti dell'apertura del punto nascite di Portogruaro solo se verrà ristabilita la classificazione prevista ed approvata dalla Giunta Regionale il 23.12.2016  e saremo contenti solo se finalmente si affronteranno  le tante carenze e disfunzioni che in materia socio-sanitaria sono esistenti nel nostro territorio.

 

 Al prof. Vincenzo Cara : tutta la nostra solidarietà 

 Al dott. Bramezza un invito affinché provveda ad una più attenta gestione delle situazioni a rischio del nostra Ulss, le lunghe liste di attesa, i trasferimenti di pazienti da un ospedale all'altro, le disfunzioni che cittadini ed operatori verificano ogni giorno.

 Al Sindaco di  Portogruaro un richiamo: maggiore attenzione alle necessità e bisogni dei cittadini, limitando  scelte legate all' appartenenza politica

A Lei Caro Governatore Zaia una richiesta: cambiare Direttore Generale,  investire maggiormente sul nostro territorio, garantire una sanità che risponda ad una programmazione e ad una organizzazione definitiva e più rispondente alle esigenze dei cittadini.

 

La salutiamo cordialmente, in attesa di poterLe rappresentare quanto sopra di persona, il giorno dell'inaugurazione, sperando che nel frattempo Lei abbia verificato la corretta  apertura del punto nascite di Portogruaro riguardo i livelli di servizio e di sicurezza adeguati.

 

Portogruaro, 19 maggio 2017

 

CIRCOLO PD DI PORTOGRUARO

 



 
LETTERA_APERTA_A_ZAIA_DAL_CIRCOLO_PD_PORTOGRUARO_.pdf

LETTERA_APERTA_A_ZAIA_DAL_CIRCOLO_PD_PORTOGRUARO_.pdf (44 KB)


successivoprecedente

© 2017 Gianfranco Battiston
Portogruaro

Realizzato da equo.biz